5 suggerimenti per ridurre gli sprechi di energia in casa

Come ben si sa, i grandi risultati nel risparmio sono frutto di piccole azioni quotidiane, che riguardano anche l’attenzione alla riduzione degli sprechi di energia in casa. Quali sono i consigli più utili in merito? Vediamone assieme cinque tra i più efficaci.

Attenzione al termostato

Molte volte, tra gli sprechi di energia più insidiosi ci sono quelli causati da un utilizzo poco corretto del termostato. Per evitare problemi da questo punto di vista, il consiglio è quello di impostarlo a una temperatura non superiore ai 20°C.

Sempre per quanto riguarda il riscaldamento, se si è in procinto di scegliere una casa nuova – non importa se da comprare o da prendere in affitto – è consigliabile optare per un immobile con riscaldamento autonomo, in modo da poter gestire questo aspetto unicamente sulla base delle proprie esigenze (sempre nel rispetto dei regolamenti comunali).

Scegli bene le lampadine

Quando si parla di consigli per evitare gli sprechi di energia in casa, in primo piano c’è senza dubbio la scelta intelligente delle lampadine. Muoversi in quest’ottica vuol dire orientarsi verso lampadine ad alta efficienza piuttosto che su quelle a incandescenza. In questo modo, è possibile ridurre anche del 30% i consumi per l’illuminazione della casa.

Se necessario, sostituisci gli elettrodomestici

Un altro aspetto importante da considerare riguarda l’efficienza energetica degli elettrodomestici. Se sono troppo vecchi, è essenziale sostituirli con modelli più nuovi, in grado di garantire un notevole risparmio sui consumi domestici.

Scegliere elettrodomestici ad alta efficienza energetica aiuta, ma non è sufficiente. Fondamentale è anche utilizzarli nel modo corretto. Ciò significa, per esempio, usarli soltanto a pieno carico e, dopo averli spenti, staccare la spina.

Fai attenzione a come utilizzi le pentole

Come già detto, per risparmiare sui consumi energetici in casa si possono mettere in atto degli accorgimenti molto semplici ma altrettanto decisivi. Tra questi, è per esempio possibile ricordare il fatto di posizionare il coperchio sulle pentole quando sono sul fuoco.

Rimanendo sempre nell’ambito della cucina, si ricorda anche l’importanza di prediligere il forno a microonde. In media, consuma circa la metà rispetto a quello tradizionale.

Consulta i comparatori di tariffe

Molte volte, ci si impegna per ridurre gli sprechi domestici di energia, ma i risultati non arrivano perché le tariffe applicate dal gestore non sono le migliori sul mercato. A tal proposito, può valere la pena, ogni tanto, dare un’occhiata ai comparatori di tariffe presenti online. Questi siti hanno oggettivamente cambiato in meglio la vita di chi vuole tenere sotto controllo i consumi energetici in casa. Uno dei più celebri tra i siti in questione è CheTariffa. Grazie a questo portale, è possibile confrontare le tariffe di luce e gas, ma non solo. Il sito in questione permette anche di scegliere l’opzione migliore per le proprie esigenze anche per quanto riguarda i prestiti e i finanziamenti, l’assicurazione dei veicoli di famiglia e la telefonia.

Conclusioni

Non c’è che dire: con la giusta attenzione alle piccole azioni quotidiane, si può fare tantissimo per quanto riguarda il contenimento degli sprechi energetici domestici, che si traduce anche in risvolti positivi per l’equilibrio ambientale in generale.

Anche solo staccare il caricabatterie dalla presa a muro quando è terminato il periodo di ricarica del telefono può fare la differenza. Non parliamo poi della scelta di fare la doccia e non il bagno (ok, quest’ultima opzione è oggettivamente molto piacevole e se proprio non si ha intenzione di rinunciare si può optare per una o due volte al mese). Provare per credere!

Lascia un commento